• it
Al termine del difficile tratto iniziale.
Nella prima parte del percorso con il Piz Boé di sfondo

Ferrata delle trincee

Una ferrata che regala forti emozioni e paesaggi fantastici.

Un sentiero attrezzato che porta alla scoperta delle storiche postazioni militari della Grande Guerra, unendo cultura, storia natura e paesaggi in una emozionante giornata nel cuore delle Dolomiti a cavallo tra il gruppo del Sella e la Marmolada.

€ 100

Durata

1 giorno

Richiesta info per Ferrata delle trincee
Richiesta Info o prenotazione per:
Ferrata delle trincee
Difficoltà

Media

Partecipanti

Min. 2 max. 4

Stagione

da Giugno a Settembre

Percorso di cresta molto interessante, tecnicamente abbastanza impegnativo soprattutto nella parte iniziale. La roccia vulcanica ha caratteristiche più simili al granito che alla dolomia e richiede quindi maggiore attenzione e anche capacità di usare i piedi in aderenza. La ferrata è adatta a escursionisti allenati con esperienza sulle ferrate in montagna. Il percorso si sviluppa lungo una cresta va quindi affrontato con condizioni meteo sicure.

Ferrata delle trincee

Il percorso della Ferrata delle Trincee

L'inizio della ferrata si raggiunge o da Passo Fedaia o da Arabba. La nera roccia vulcanica spicca subito in contrasto con quelle bianche di dolomia che la circondano, e mette subito alla prova gli alpinisti con una serie di passaggi tecnici. La ferrata parte infatti subito con su una ripida parete di una trentina di metri piuttosto liscia dove è importante usare bene i piedi anche in aderenza. In una mezz'ora di progressione si supera la sezione più difficile della ferrata. In breve si raggiunge un adrenalinico ponte che porta alla base della Mesola, la cui cima - 2727 m - è il punto più alto della ferrata.

La via inizia a scendere lungo il versante nord della Mesola, con un percorso piuttosto ripido fino ad una sella dove la prima parte attrezzata della via finisce in un ripido prato. È ora possibile scegliere se scendere al vicino sentiero dell'Alta Via, percorso poi durante il rientro, o se, condizioni meteo e fisiche permettono, proseguire alla volta delle strutture erette durante la Grande Guerra. 

Il secondo tratto del percorso è solo in parte atrezzato e si raggiunge seguendo le indicazioni per "Gallerie e Tunnel". Dopo una breve salita si trovano le prime caverne adibite a ricovero dei soldati, seguite da altre numerose testimonianze belliche disseminate lungo tutta la via. In questo tratto non mancano gli scorci e i panorami verso le Dolomiti Bellunesi, dove spiccano Civetta, Pelmo, Antelao e Tofane.

Costi condizioni e materiali

Il ritrovo è previsto la mattina presto presso il passo Fedaia, o in altro luogo concordato.

Ogni Guida può accompagnare un massimo di 4 persone.

1 Partecipante: 320 €
2 partecipanti: 160 € per persona
3 partecipanti: 120 € per persona
4 partecipanti: 100 € per persona

La quota comprende: il servizio della Guida Alpina e sue spese, il materiale tecnico necessario allo svolgimento dell'attività ed eventualmente il transfer da Trento al Passo Fedaia. 

La quota non comprende: tutto quanto non espressamente indicato in "la quota comprende".

Attrezzatura fornita da Mountime: imbrago, casco, set da ferrata.

Equipaggiamento personale: abbigliamento sportivo a strati, giacca calda e ventina, guanti e berretto, scarponcini da trekking (meglio se semi-ramponabili), zaino con acqua e spuntini.