Canyoning Palvico

Tra i più belli dell'area del Garda. Completo con la sua caratteristica gola iniziale, lo scivolo di 10 meri e la calata finale di 50 metri.

Di sicuro uno dei canyon più belli della zona, molto completo con la sua caratteristica gola iniziale, lo scivolo di 10 meri e la calata finale di 50 metri. Molto acquatico e particolare, è adatto a tutti quelli che vogliono avvicinarsi a questa attività, scoprendo passo dopo passo un ambiente stupendo.

€ 72

Durata

Mezza giornata

Difficoltà

Media

Partecipanti

Min. 3

Stagione

da Aprile ad Ottobre

I partecipanti devono essere moderatamente in forma e godere di buona salute. È necessario comunicare eventuali problemi di salute al momento della prenotazione ed alla Guida prima di iniziare l’attività. La conoscenza da parte della Guida di eventuali problemi di salute è importante per la vostra e sicurezza e per quella del gruppo.

I salti non sono mai obbligatori, i partecipanti possono sempre decidere se se la sentono di tuffarsi o se preferiscono essere calati con la corda dalla Guida.

Per la sicurezza dei partecipanti i salti di altezza superiore ai 6m non saranno proposti per i tuffi.

In base alle condizioni della portata del torrente il giorno dello svolgimento dell'attività la Guida potrebbe decidere di percorrere un torrente diverso, ma di pari durata e difficoltà, per la sicurezza del gruppo.

Il percorso del Palvico

Il punto di partenza si trova lungo la strada che dal passo d'Ampola scende verso Storo. Poco dopo il passo, in una piazzola, si indossano muta e calzari in neoprene, scarpe da ginnastica, imbrago e caschetto. Scendiamo subito in acqua dove la Guida Alpina spiega attraverso un breve ma dettagliato briefing l'attività, le regole e i comportamenti da tenere in fiume.

La prima parte del Canyon Palvico è molto tranquilla, con una camminata nel greto del torrente, dei piccoli tuffi o dei brevi dislivelli che si affrontano arrampicando in discesa e piccole calate su scivoli di roccia, per un approccio soft al fiume.

La gola si fa via via più stretta e diminuisce la luce che filtra a far risaltare il colore azzurro-verde dell'acqua limpida. Le pareti sono alte e si nuota, cullati dalla lenta corrente, in corridoi d’acqua cristallina.

 

La discesa si fa più adrenalinica quando in Canyon cambia pendenza e ci troviamo di fronte ad uno spettacolare toboga: uno scivolo di roccia levigato e lucidato dallo scorrere dell'acqua. Una scivolata che si conclude con uno spettacolare tuffo in una ampia piscina naturale all'interno di una semi-grotta.

Ancora qualche piccolo salto e inizia la parte bassa: ancor più incassata fra le alte pareti di roccia della forra. L’ambiente è incredibile:passeremo attraverso stanze scavate nella roccia dall’acqua con piscine illuminate da una luce fiocca che filtra dall'alto attraverso le chiome della vegetazione che sovrasta la gola creando giochi di luce e ombra del tutto unici. Con un passaggio angusto raggiungiamo la calata finale di 50 metri, che ci porterà direttamente in un bellissimo laghetto dove rilassarci un po' al sole con un ultimo bagno.

Costi condizioni e materiali

Ogni Guida può accompagnare un massimo di 8 persone.

La quota comprende: il servizio della Guida Alpina, il noleggio del materiale tecnico necessario allo svolgimento dell'attività ed il transfer da Arco al torrente.

La quota non comprende: tutto quanto non specificato in “la quota comprende”.

Attrezzatura fornita da Mountime: muta e calzini in neoprene, Imbrago, casco, set da ferrata.

Equipaggiamento personale: costume da bagno da indossare sotto la muta, scarpe da ginnastica o da trekking da usare per percorrere il canyon, asciugamano, cambio completo di vestiti asciutti.